Warning: The magic method Vc_Manager::__wakeup() must have public visibility in /home8/lombardiasalute/mantovafutura.com/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/core/class-vc-manager.php on line 203
Wu Ming presenta a Mantova il nuovo libro “Ufo 78”: viaggio tra il piombo e le - Mantova Futura

Wu Ming presenta a Mantova il nuovo libro “Ufo 78”: viaggio tra il piombo e le


Quattro anni dopo “L’armata dei sonnambuli”, torna il collettivo Wu Ming con un nuovo romanzo, un oggetto narrativo non identificato che lancia in orbita il lettore per farlo atterrare nell’Italia della fine degli anni ’70, tra cronaca nera, lotta politica e ufologia. Il libro è in tour per essere presentato nelle librerie indipendenti e negli spazi sociali di tutta Italia.

A Mantova “Ufo 78” (edizioni Einaudi) arriva accompagnato da Wu Ming 1, membro fondatore del collettivo, per un evento speciale organizzato dallo spazio sociale LaBoje: l’appuntamento è venerdì alle 18.30 all’Arci Te Brunetti di via Visi. “Ufo 78” è il nuovo capitolo del percorso (non solo) narrativo del collettivo di scrittori bolognese che esordì alla fine del millennio scorso con “Q”, all’epoca firmato col nome Luther Blisset. Il genere di riferimento di Wu Ming potrebbe rientrare nella categoria del romanzo storico, ma si tratta di una definizione riduttiva e spesso fuorviante: più calzante è l’espressione da loro coniata di “Oggetto narrativo non identificato”, a maggior ragione se rapportata all’argomento di quest’ultimo lavoro.

Siamo nel 1978, anno cruciale per la storia politica e sociale d’Italia. Il rapimento di Aldo Moro, i tre Papi, il dilagare delle sostanze, il movimento femminista e la legge sull’aborto, ma anche un’ondata senza precedenti di incontri ravvicinati del terzo tipo, proprio nell’anno in cui il film di Steven Spielberg arriva nelle sale del Paese. Un fenomeno di massa che conta duemila avvistamenti. È in questo contesto che si intrecciano le vicende dei protagonisti: una giovane antropologa, uno scrittore di fantascienza, suo figlio ex-eroinomane, gli abitanti di una comune in Lunigiana ai piedi del misterioso monte Quarzerone, luogo di avvistamenti e sparizioni.

Come di consueto nello stile di Wu Ming, il romanzo alterna senza soluzione di continuità fatti realmente accaduti e scene che sono frutto di invenzione.

In questo caso, il tutto è agevolato dallo svolgersi nei territori della fantascienza. Nel raccontare la fine di un’epoca politica prima che sociale, Wu Ming va alla scoperta di un mondo variopinto e variegato, quello dell’ufologia, che oggi è argomento di nicchia ma al calare degli anni Settanta aveva proporzioni ben più pervasive. Forse sintomo di un bisogno collettivo di evasione.

L’avventura collettiva dei protagonisti di “Ufo 78” diventa così affresco dettagliato di un particolare momento storico, sociale e anche culturale, come testimonia l’accurata “colonna sonora” di brani del tempo citati dagli autori.

«Con piacere – commenta una nota dello spazio sociale La Boje – ospitiamo nuovamente Wu Ming in occasione dell’uscita del loro nuovo romanzo. Il loro contributo al dibattito pubblico non si ferma a quanto di già prezioso producono dal punto di vista letterario: ci è capitato spesso di incontrarli nelle piazze e per le strade per sostenere con i corpi e con le voci analisi e pensieri critici e lucidi contro il modello ultraliberista di società in cui viviamo. La presentazione di Ufo 78 diventa dunque una duplice occasione. In…



Read More: Wu Ming presenta a Mantova il nuovo libro “Ufo 78”: viaggio tra il piombo e le

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Live News

Get more stuff like this
in your inbox

Subscribe to our mailing list and get interesting stuff and updates to your email inbox.

Thank you for subscribing.

Something went wrong.