Warning: The magic method Vc_Manager::__wakeup() must have public visibility in /home8/lombardiasalute/mantovafutura.com/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/core/class-vc-manager.php on line 203
I nuovi astronauti europei - Focus.it - Mantova Futura

I nuovi astronauti europei – Focus.it


L’Agenzia Spaziale Europea ha annunciato i nuovi astronauti del nostro continente, selezionati nel corso di un processo durato circa un anno e mezzo, al quale hanno preso parte 22.523 candidati di 25 Paesi. Tra essi 17.126 uomini (di cui 1.498 italiani) e 5.397 donne (347 italiane). In più, per la prima volta nella storia dell’esplorazione umana dello spazio, l’Esa ha raccolto candidature (ne sono arrivate 257) anche da persone affette da un certo grado di disabilità. La precedente selezione di astronauti europei risaliva al lontano 2009, quando erano stati “arruolati” anche i nostri Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti, oltre al tedesco Alexander Gerst, al britannico Tim Peake, al francese Thomas Pesquet e al danese Andrea Mogensen.

 

I 5 astronauti “di carriera”. Ebbene, da questo piccolo esercito di nuove leve, l’Esa ha individuato questa volta tre uomini e due donne, che al momento sono ancora “candidati” astronauti, perché prima di diventarlo ufficialmente dovranno superare il relativo addestramento. Sono la francese Sophie Adenot, lo spagnolo Pablo Álvarez Fernández, la britannica Rosemary Coogan, il belga Raphael Liégeois e lo svizzero Marco Sieber. Questi 5 sono definiti “career astronauts”, nel senso che saranno messi subito sotto contratto dall’Esa e inizieranno l’addestramento nei primi mesi del 2023.

Il primo parastronauta della storia. Il britannico John McFall, 41 anni, è stato invece scelto nell’ambito del programma di fattibilità che mira a includere nelle missioni spaziali persone con determinate disabilità. McFall ha infatti subito l’amputazione della gamba destra a 19 anni a causa di un incidente in moto. In seguito è diventato medico e ha partecipato alle Paralimpiadi di Pechino del 2008, vincendo un bronzo come velocista nei 100 metri.

 

Due italiani… pronti a inserirsi. E l’Italia rimane a bocca asciutta? Non proprio, perché oltre ai 5 career astronauts, l’Esa ha selezionato altri 11 candidati che vanno a costituire la “riserva”. E due di essi sono italiani. Si tratta della trentenne Anthea Comellini e del trentunenne Andrea Patassa. Gli appartenenti alla riserva hanno superato tutte le prove di selezione, ma non possono essere inseriti ora nel programma di addestramenti. Continueranno quindi il loro lavoro “normale, ma con un contratto da consulenti con l’Esa e saranno “allertati” nel caso si prospettassero delle possibilità di volo. In ogni caso, trascorreranno 1 o 2 settimane l’anno al centro addestramento astronauti dell’Esa a Colonia per mantenere le specifiche mediche richieste.



Read More: I nuovi astronauti europei – Focus.it

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Live News

Get more stuff like this
in your inbox

Subscribe to our mailing list and get interesting stuff and updates to your email inbox.

Thank you for subscribing.

Something went wrong.